A.M.B. 

 "Aglio, Menta e Basilico" è un percorso che ha al centro l'acqua, elemento con cui Fratta e l'intero Polesine si sono sempre confrontati, nel bene e nel male, e che diventa a un certo punto Mediterraneo, e si porta appresso i profumi del titolo, tratto da un libro di racconti di Jean Claude Izzo, scrittore di noir mediterraneo.

 

                                                                     

Siamo partiti dal mondo dell'archeologia, per incontrare Fratta nel periodo preistorico, poi con la bici abbiamo percorso il perimetro della campagna una volta gestita da Villa Badoer, immersi in un piacevole paesaggio, tornando in tempo per un aperitivo letterario ed una visita agli stands, per godere infine dello splendido concerto serale.    

 

Le belle foto sono di Sabrina Fogarin.

Questa giornata ha visto insieme l'Ass. Cult. Fenilon, il Museo Archeologico Nazionale di Fratta Polesine , l'Ass. Cult. Studio D , l'Ass. Cult. ControCultura di Fratta Polesine, Amnesty International  e Voci per la Libertà, l'A.N.G.A., i Giovani Agricoltori di Confagricoltura della Provincia di Rovigo , ed  il Teatro a Sud Est di Padova con il suo progetto musicale S-Confinando che ha coinvolto molti musicisti in un repertorio dedicato alla musica etnica mediterranea ma non solo. La giornata è stata patrocinata dalla Provincia di Rovigo e dalla Città di Fratta Polesine.